Enciclopedia di Beetlejuice : BOGEY & BOGGART

0

enciclopediabeetlejuice

 
BOGEY
Nel folclore britannico, il termine, in questa o altre forme lessicali (quali Boogie-Man, Bug-a-boo, Boo, Bugbear, Bock, Boggart e Bogeybeast) si riferisce a una classe di spiriti e spiritelli maligni che, in gruppo o da soli, amano far danni.
Come tali son presenti anche in altre culture con altri nomi, sinonimi di demonio: in Galles è chiamato bug (fantasma); in Scozia bogle, in Germania Boggelman, in Irlanda puca. In ogni caso esso, di solito grande e nero, si manifesta di notte e spaventa i bambini.
In passato era lo spauracchio, una minaccia invocata per spaventare e quietare i bambini irrequieti e come tale si ritrova nel folclore italiano come l’Uomo Nero, Babau, il Lupo, ecc.

Continue reading

 

Enciclopedia di Beetlejuice : BHUT (anche BHUTA)

0

enciclopediabeetlejuice

 

Nella tradizione indiana è un fantasma cattivo, in particolare di un uomo morto violentemente. Si riconosce dal suono nasale e dal fatto che non proietta ombra. Non stanno mai sulla terra, perciò possono essere evitati rimanendo sul terreno.
Una variante è l’airi, fantasma di uomo ucciso durante la caccia che vive sulle colline e si sposta con una muta di cani spettrali; la sua saliva è velenosa e vederlo può causare la morte per spavento, tanto che i coraggiosi che sopravvivono ricevono in premio dei tesori.

 

Enciclopedia di Beetlejuice : La casa infestata di ATENODORO

0

enciclopediabeetlejuice

Forse è il primo episodio documentato d’infestazione (risalente al I secolo) e appartenente alla classica tradizione di apparizioni spiritiche con il canonico rumore di catene.
In una lettera al suo patrono, Lucias Sura, l’oratore e scrittore latino Plinio il Giovane (61, 62-113 ca.), nipote di Plinio il Vecchio, racconta di una casa ad Atene infestata da un fantasma dall’aspetto misero che soleva apparire trascinando le pesanti catene cui era legato ai polsi e lamentandosi penosamente. Chi si fosse avventurato in quelle mura subiva malattia o perfino morte. Per questo la casa rimase sfitta a lungo, decadendo in rovina.

Continue reading